Giovanni Pascuzzi

Tracce digitali di GIOVANNI PASCUZZI

Categoria: Libri
Editore: Zanichelli, Bologna
ISBN: 9788808065230
Anno: 2010

Visite: 364

Recensione

 

 

 

Giovanni Pascuzzi – Carlo Bona 
Rapporti di vicinato
libro + cdrom
Zanichelli Bologna 2010

 

 

 

Le norme sui rapporti di vicinato sono tra le più significative sul piano pratico e tra le più difficili da divulgare mediante il tradizionale strumentario del giurista. La disciplina delle distanze legali tra le costruzioni, quella delle distanze per opere pericolose e nocive e per alberi e piantagioni, le norme su luci e vedute e quelle sulle immissioni sono chiamate a comporre contrasti assai frequenti, causa di un nutrito contenzioso giudiziale. Queste norme presuppongono concetti precisi, geometrici, di posizioni tra opere, edifici, costruzioni, piante (che si fronteggiano, che sono a dislivello, che sono sotto il piano di campagna, etc.), di oggetti (il sado, l’incavo, il barbacane, la lesena, etc.), di direzioni in cui si deve svolgere lo sguardo (la veduta, diretta, obliqua o laterale), di punti dai quali prendere le misure, etc. Divulgare tali concetti solo con lo scritto non è facile. Si impone una forma espressiva che consenta di “visualizzare” la regola, per comprenderla nel suo risvolto applicativo e per memorizzarla. Conformemente a queste esigenze, l’opera descrive le regole applicabili ai rapporti di vicinato con un nutrito apparato giurisprudenziale, seguendo l’impostazione classica delle trattazioni in materia, ma al contempo, nel cdrom allegato, consente di “vedere” le regole, rappresentandole mediante la realtà virtuale. Si sperimenta una forma nuova, nel tentativo di unire la teoria, espressa attraverso il linguaggio, all’esperienza ed alle abilità, che si nutrono anche di immagini.

Indice sommario

 

CAPITOLO PRIMO

INTRODUZIONE

        1. I rapporti di vicinato

        2. Metodo d’indagine

        3. Storia e sistema: un breve sguardo d’insieme

        4. Bibliografia

CAPITOLO SECONDO

DISTANZE TRA LE COSTRUZIONI

        1. Cenni storici

        2. Funzione delle norme e tecniche di tutela

            2.1. Le norme codicistiche

            2.2. Le norme integrative

            2.3. Le norme di legge speciale o regolamentari non integrative

        3. I presupposti: il concetto di costruzione e di fondo finitimo

            3.1. Il concetto di costruzione

            3.2. (continua) le eccezioni: muri di cinta ed edifici pubblici

            3.3. Il concetto di “fondo finitimo”

            3.4. (continua) un’eccezione: le costruzioni in confine con piazze e vie pubbliche.

        4. I concetti di costruzione e fondo finitimo nelle norme integrative

        5. La disciplina

            5.1. La costruzione in appoggio ed in aderenza

            5.2. Le distanze

            5.3. La prevenzione

            5.4. Eccezioni al principio di prevenzione

        6. La disciplina nelle norme integrative

            6.1. Costruzioni in appoggio ed in aderenza

            6.2. Distanze

            6.3. Prevenzione

        7. Le sanzioni

            7.1. La doppia tutela

            7.2. La riduzione in pristino

            7.3. Il risarcimento del danno

        Bibliografia

CAPITOLO TERZO

MURI

        1. Cenni storici

        2. La proprietà dei muri divisori: gli articoli 880 e 881. Premessa

            2.1. La proprietà del muro divisorio: funzione delle norme e tecniche di tutela

            2.2. La proprietà del muro divisorio: la disciplina

        3. L’utilizzazione del muro: funzione delle norme

            3.1. L’utilizzazione del muro. La disciplina. L’art. 877 c.c. e le costruzioni in aderenza

            3.2. (continua) l’art. 876 e l’innesto nel muro sul confine

            3.3. (continua) l’art. 874 e la comunione forzosa del muro sul confine

            3.4. (continua) l’art. 875 e la comunione forzosa del muro che non è sul confine

            3.5. (continua) l’art. 885 c.c. e la comunione forzosa della sopraelevazione del muro

        4. La comunione del muro: funzione delle norme

            4.1. Riparazione e ricostruzione del muro.

            4.2. Innovazioni: la costruzione in appoggio; l’immissione di travi, chiavi e catene di rinforzo; l’apertura di incavi; la sopraelevazione

        5. Il muro di cinta

        6. Il muro tra fondi a dislivello

        Bibliografia

CAPITOLO QUARTO

LE DISTANZE PER LE OPERE NOCIVE O PERICOLOSE

        1. Cenni storici

        2. Le distanze per pozzi, cisterne, fosse e tubi: funzione della norma e tecnica di tutela

        3. I presupposti: i concetti di pozzo, cisterna, fossa e tubo

        4. Le distanze

        5. L’art. 889 c.c. ed il condominio

        6. Le distanze per fabbriche e depositi nocivi e pericolosi: funzione della norma e tecniche di tutela

        7. I presupposti: i concetti di forno, camino, magazzino di sale, stalla

        8. (continua) I concetti di materia umida od esplodente od in altro modo nociva e le opere non espressamente indicate

        9. Il concetto di confine

        10. Le distanze

        11. L’art. 890 ed il condominio

        12. Le distanze per canali e fossi: funzione della norma e tecniche di tutela.

        13. I presupposti: i concetti di fosso e di canale

        14. Le distanze e le altre opere necessarie

        15. La tutela

        16. Bibliografia

CAPITOLO QUINTO

ALBERI E PIANTAGIONI

        1. Cenni storici

        2. Funzione delle norme e tecniche di tutela

        3. L’art. 892 c.c. e le categorie di alberi

        4. Le distanze previste dall’art. 892 c.c.

        5. Art. 892 c.c., comproprietà e condominio

        6. L’art. 893 c.c. e gli alberi presso strade, canali e sul confine di boschi

        7. Sanzioni per la violazione dell’obbligo delle distanze

        8. Taglio dei rami e recisione delle radici

        9. La raccolta dei frutti

        10. Bibliografia

CAPITOLO SESTO

LUCI E VEDUTE

        1. Cenni storici

        2. I presupposti: il concetto di veduta

            2.1. L’apertura

            2.2. L’affaccio

            2.3. L’affaccio sul fondo del vicino

            2.4. Vedute dirette, oblique e laterali

        3. I presupposti: il concetto di luce

        4. La disciplina: le vedute

            4.1. Le vedute dirette

            4.2. Le vedute laterali ed oblique

            4.3. Fondi inframezzati da via pubblica

            4.4. Vedute aperte iure servitutis

            4.5. Distanza minima dalle vedute

        5. La disciplina: le luci

            5.1. Luci aperte iure servitutis

        6. La tutela

            6.1. Violazione delle norme sulle vedute

            6.2. Violazione delle norme sulle luci

Bibliografia

CAPITOLO SETTIMO

IMMISSIONI

        1. Cenni storici: le immissioni come limite

            1.1. Dalle immissioni come limite alle immissioni come azione

            1.2. Dalle immissioni come azione a tutela della proprietà alle immissioni come azione a tutela della salute

        2. I presupposti: il concetto di immissione

            2.1. Casi

        3. La disciplina

            3.1. La normale tollerabilità

            3.2. Il contemperamento tra ragioni della produzione e della proprietà

            3.3. Il preuso

        4. La tutela: un inquadramento

            4.1. Azioni reali

            4.2. Azioni personali

Bibliografia

Istruzioni per l’uso del Cd

SOMMARIO

INDICE ANALITICO

 

RECENSIONI

Critica penale 2010   

Italia Oggi, 25 febbraio 2010

Fotogallery

Fotogallery
Image Detail Image Download
Fotogallery
Image Detail Image Download
Insediamento_Se...
Image Detail Image Download
20170416_162017
Image Detail Image Download
relatore
Image Detail Image Download

Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

  Accetti di proseguire la navigazione?