Giovanni Pascuzzi

Tracce digitali di GIOVANNI PASCUZZI

Categoria: Libri
Editore: Il Mulino, Bologna
Anno: 2013

Visite: 325

Recensione

Introduzione

Alcuni cenni sui contenuti della formazione universitaria in Italia e in Europa

La formazione del giurista: sapere giuridico + abilità del giurista + saper essere giurista

Il quadro dei titoli italiani

Cenni sulla formazione «post lauream»

La distinzione tra sapere e abilità

I contenuti del libro

Capitolo 1. Chi è il giurista

1. Un’arte che ha radici lontane

2 Le professioni giuridiche

2.1 Avvocato

2.2 Notaio

2.3 Magistrato

2.4 Giurista d’impresa

2.5 Funzionario pubblico

2.6 Consulente del lavoro

2.7 Accademico

Capitolo 2. La comprensione del testo: interpretazione e costruzione di significati

1. Lingua e linguaggio

2. Diritto e mezzi espressivi: funzioni del linguaggio e sue tipologie

3. Il linguaggio come strumento per costruire conoscenza (sapere dichiarativo)

4. Prima digressione. Gli esperimenti sul linguaggio nella didattica del diritto

5. Seconda digressione. La costruzione del sapere esperto attraverso le comunità di pratica

6. Come leggere un atto normativo: l’interpretazione

6.1 Gli argomenti interpretativi

7. Come leggere una sentenza

8. Come leggere un saggio dottrinale

9. Come leggere un atto negoziale (in particolare: il contratto)

Capitolo 3. Il problem solving

1 I problemi sono all'origine del lavoro del giurista

2. Creare regole per risolvere problemi

3. Applicare regole a problemi

3.1 Identificare il problema: la costruzione del caso

3.2 Trovare la regola che si applica al problema: cercare il diritto

3.3 Applicare la regola al problema: il ragionamento giuridico e le concezioni del diritto

4. Strategie generali per risolvere problemi: l’esempio delle strategie difensive

5. Problemi, bisogni, esigenze di tutela: una questione di punti di vista

6. Il dialogo con gli altri saperi

7. Apprendere per problemi

8. Euristiche e distorsioni nelle decisioni

Capitolo 4. La redazione del testo

1. La scrittura

2. Come si redigono i saggi giuridici: dalla tesi di laurea alla monografia scientifica

3. Come si redigono gli atti normativi

4. Come si redigono i contratti

5. Come si redigono gli atti del processo

6. Come si redigono i pareri

7. Come si redigono i provvedimenti amministrativi

Capitolo 5. Le abilità riflessive

1. Conoscere se stessi

2. Riflettere su se stessi

3. Capacità di autovalutazione

4. Creatività

Capitolo 6. Le abilità relazionali

1. Comunicazione in pubblico. Oratoria

2. Negoziazione

3. Lavoro di gruppo e leadership

4. Insegnare (il sapere, il saper fare, il saper essere)

Capitolo 7. Alcune abilità professionali specifiche

1. Rapporto con il cliente

2. Esame e controesame dei testimoni

3. Investigazioni alla ricerca degli elementi di fatto

4. Organizzazione del lavoro dei magistrati

5. Legal risk management

6. Ricerca scientifica

Conclusioni

Soluzioni degli esercizi

Riferimenti bibliografici

 

 

Finalità dell'opera

Questo libro si rivolge ai giuristi in formazione per aiutarli a conoscere le abilità tipiche di avvocati, magistrati, notai e, più in generale, delle professioni che richiedono competenze giuridiche.


Gli ordinamenti didattici delle facoltà di giurisprudenza hanno conosciuto, negli ultimi anni, più di una riforma, anche in ragione della volontà di costituire uno «spazio europeo dell’istruzione superiore».


Al momento questo iter appare più tormentato che concluso e, in ogni caso, non sembra aver inciso più di tanto su un limite strutturale del sistema: un’attenzione quasi esclusiva all’apprendimento del sapere giuridico e un pressoché totale disinteresse per l’apprendimento delle abilità che, muovendo

dal possesso del sapere, caratterizzano concretamente il lavoro del giurista e la sua competenza.


Accade così che giovani valenti arrivino alla laurea non solo senza aver mai visto un repertorio di giurisprudenza ovvero senza avere la più pallida idea di come si strutturi un elaborato scritto, ma anche del tutto ignari delle modalità da seguire per risolvere un problema giuridico, ovvero per argomentare una tesi, ovvero per redigere un contratto e così via.


Il libro, muovendo dalla distinzione tra «sapere» e «abilità », si propone di individuare le abilità proprie del giurista e di fornire alcuni suggerimenti circa le modalità più utili ad apprenderle.

 

 

 

Fotogallery

Fotogallery
Image Detail Image Download
Fotogallery
Image Detail Image Download
Fotogallery
Image Detail Image Download
Insediamento_Se...
Image Detail Image Download
Insediamento_Se...
Image Detail Image Download

Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

  Accetti di proseguire la navigazione?