Giovanni Pascuzzi

Tracce digitali di GIOVANNI PASCUZZI

Articoli su quotidiani

Le umiliazioni del Parlamento

Le umiliazioni del Parlamento

Trentino, 2 gennaio 2019

Alto Adige, 2 gennaio 2019

 

parlamento

 

Parlamento umiliato è una delle frasi maggiormente ascoltata in questi giorni. Deputati e Senatori di opposizione (e, in cuor loro, probabilmente anche quelli di maggioranza) hanno stigmatizzato le modalità con le quali si è giunti alla approvazione della legge di bilancio. Il partito democratico ha proposto un ricorso per conflitto di attribuzioni dinanzi alla Corte costituzionale. Una iniziativa senza precedenti tesa a far censurare l’avvenuta esautorazione del ruolo del Parlamento.

Pur con tutta la buona volontà nel cercare attenuanti (ad esempio: la necessità di raggiungere un accordo con le autorità europee al termine di una trattativa estenuante anche se mal condotta alla luce dei canoni più elementari dell’arte della negoziazione), quanto avvenuto è di estrema gravità ed occorre trovare ogni mezzo per impedire che accada nuovamente in futuro. Ma cosa si può fare per restituire dignità al Parlamento?

Per trovare le soluzioni occorre innanzitutto mettere a fuoco i problemi. E allora la domanda vera diventa: quello descritto è il solo caso in cui il Parlamento è stato umiliato?

A parte la considerazione che il ricorso al cosiddetto “maxiemendamento” per l’approvazione della legge di bilancio è una prassi seguita da molti anni dai governi di ogni colore, altri elementi concorrono a delineare un profilo dell’istituzione in esame tutt’altro che appagante.

La modalità di selezione. Avere un Parlamento di nominati, ovvero composto da persone scelte dai segretari dei partiti senza che i cittadini possano davvero scegliere i loro rappresentanti, non è un altro modo di umiliare l’istituzione? Come spiega un noto studioso, questo modo di selezione induce alla piaggeria, alla sottomissione, all'assenza di idee, alla disponibilità nei confronti dei potenti, alla vigliaccheria interessata o alla propria carriera o all'autorizzazione ad avere la mano libera nei propri affari sul territorio di riferimento. Confesso che per me rappresenta una piccola stilettata sentire alcuni nostri parlamentari eletti anche consiglieri provinciali affermare che si dimetteranno dallo scranno romano se e quando lo deciderà il partito. Non è un segno di chissà quale autonomia e di rispetto per l’istituzione e per gli elettori.

I selezionati. Da tempo nel nostro Parlamento siedono: condannati, indagati, prodotti del voto di scambio, cambiatori seriali di casacca, gente che vende la propria appartenenza ad un gruppo e gente che la compra. Ci sono anche persone che espongono cappi, lanciano monetine, vengono alle mani, o, per essere alla moda, indossano gilet colorati. Tutti questi comportamenti non sono a loro volta un modo di umiliare il Parlamento?

La competenza. Un altro leit motiv ripetuto negli ultimi tempi è quello di avere dei Parlamentari incompetenti. Probabilmente è vero (sempre dopo aver chiarito il concetto di competenza in politica). Ma da decenni si continua a ripetere che il Parlamento vara leggi oscure e contraddittorie. Questo significa almeno due cose: che ci sono leggi scritte male e, soprattutto, leggi che non riescono a risolvere i problemi che vorrebbero affrontare. Emanare leggi spesso pessime, non è un modo ancora diverso di umiliare il ruolo del Parlamento?

Congiure e tradimenti. Il quadro descritto facilita il nascere di imboscate e accordi opachi. Emblematico rimane il caso della mancata elezione di Romano Prodi alla Presidenza della Repubblica. Il 19 aprile 2013, dopo che l’assemblea dei grandi elettori del PD aveva deciso all’unanimità di candidare Prodi, 101 parlamentari di quel partito (di cui ancora non conosciamo i nomi né le ragioni del loro agire) non mantennero nell’urna l’impegno preso alla luce del sole. Non è forse anche questo un modo di umiliare il Parlamento e il ruolo del parlamentare?

In questi giorni il Parlamento è stato certamente umiliato. Ma non è un fatto nuovo. Né si vedono le condizioni per affrontare e risolvere i tanti aspetti del fenomeno.

 

 

 

Fotogallery

Fotogallery
Image Detail Image Download
Fotogallery
Image Detail Image Download
Insediamento_Se...
Image Detail Image Download
20170416_162017
Image Detail Image Download
relatore
Image Detail Image Download

Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

  Accetti di proseguire la navigazione?