Giovanni Pascuzzi

Tracce digitali di GIOVANNI PASCUZZI

Articoli su quotidiani

Una generazione travagliata?

Una generazione travagliata?

Trentino, 9 novembre 2018

generazione travagliata 1

 

Lo scorso 6 novembre l’Unione degli Universitari ha organizzato, presso il Dipartimento di Lettere, un evento dal titolo: «Un’umanità sempre più sola. Una generazione travagliata». Dinanzi ad un pubblico giovanile molto numeroso (è stato necessario trasferirsi nell’Auditorium, perché l’aula originariamente prevista non era abbastanza capiente) i relatori, moderati dal Prof. Meroi, hanno provato a dare delle risposte agli interrogativi che gli stessi organizzatori avevano lanciato dal profilo Facebook: «Spesso siamo definiti come ragazzi senza idee, ragazzi senza futuro, ragazzi senza curiosità e creatività. Ma perché siamo definiti così? E soprattutto, siamo davvero così? Vi siete mai sentiti a disagio nella vostra pelle giovane o sotto pressione per solite frasi che ci vengono rivolte dalla generazioni precedenti?».

Il Prof. Vianini ha fornito, in avvio, alcuni importanti elementi generali di riflessione anche facendo tesoro dello studio di Jon Savage dal titolo «L’invenzione dei giovani», (edito in Italia da Feltrinelli). Dopo aver chiarito che il concetto di «giovane» data a non più di due secoli di fa e che può essere definito come lo spazio che separa l’infanzia dall’età adulta (anche se questo limite oggi è spostato molto in avanti negli anni), Vianini ha elencato alcune caratteristiche della età giovanile: l’impeto (o il possesso di una energia dirompente); la ricerca del sublime; il perseguimento degli ideali (che racchiude in se la scoperta del fallimento); una buona dose di romanticismo. Egli ha chiarito che nelle diverse epoche le nuove generazioni hanno sempre rivendicato una propria specificità: e si fa  leva su ciò per liberare le loro risorse (ai giovani si permette di fare cose che, in teoria, non sarebbero permesse agli adulti).

Insomma sembrerebbe esistere un copione che si ripete anche se ogni generazione tende a ritenersi diversa da tutte le precedenti (ma vale anche il reciproco se è vero che nelle generazioni più anziane è un leit motiv ripetere: «ai miei tempi….»).

Davvero nessuna differenza esiste tra i giovani di oggi e quelli che li hanno preceduti? Non saprei rispondere con certezza: ma due fenomeni forse sono idonei a tracciare una qualche diversità.

Il primo è rappresentato dalla crescita esponenziale del numero di adolescenti definiti «eremiti sociali». Sono giovanissimi che si assentano spesso da scuola, rifiutano i rapporti sociali (anche quelli virtuali, stile Facebook), si rintanano in casa unico luogo dove si sentono al sicuro. Non hanno un basso rendimento scolastico, al contrario. Ma sembrano afflitti soprattutto da «ansia sociale». Nel titolo dell’evento c’è una eco di queste problematiche, quando si cita «una umanità sempre più sola». Ovvero: ogni uomo (ogni giovane) sempre più solo.

Il secondo fenomeno è riconducibile al contesto. Il modello ipercompetitivo che ormai caratterizza la nostra società forse è la probabile origine degli atteggiamenti di rifiuto appena ricordati. Certamente, però, genera conformismo, adesione agli stili dominanti (esisti se arrivi, se batti gli altri). A dispetto del culto per l’innovazione, parola ossessivamente ripetuta ad ogni pie’ sospinto, c’è da chiedersi se i giovani oggi abbiano gli strumenti per immaginare e poi provare a costruire un mondo diverso. Se, come ricordato all’inizio, i giovani si sentono rimproverati di essere «senza curiosità e creatività», io mi chiedo se il contesto aiuti davvero la curiosità e la creatività nei giovani o non sia solo un volano di omologazione.

I relatori (oltre a Vianini, lo psicologo Morelli de Rossi, e il fumettista Giulio Mosca) hanno risposto anche alle numerose domande proposte dai giovani presenti. L’ultima, la più difficile, è stata posta da una diciottenne: «c’è speranza?». Ovviamente si: perché «giovani» e «speranza» sono per molti versi sinonimi.

 

 

 


 

 

 

Fotogallery

Fotogallery
Image Detail Image Download
Fotogallery
Image Detail Image Download
Insediamento_Se...
Image Detail Image Download
20170416_162017
Image Detail Image Download
relatore
Image Detail Image Download

Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

  Accetti di proseguire la navigazione?