Giovanni Pascuzzi

Tracce digitali di GIOVANNI PASCUZZI

Articoli su quotidiani

Sulla nomina del Presidente dell'Università

Sulla nomina del Presidente dell'Università (Trentino, 7 ottobre 2018)

presidente

 

Caro Direttore,

dopo che il Suo giornale, per primo, ha dato notizia della scelta da parte del Presidente Rossi del nome del nuovo Presidente dell’Università, Sara Ferrari ha rilasciato pubbliche dichiarazioni nelle quali non ha fatto mistero di non essere stata neanche consultata in ordine alla proposta pur essendo l’Assessora competente.

L’episodio suggerisce alcune considerazioni.

  • La mancata consultazione dell’Assessora non ha solo rilevanza politica interna alla maggioranza o alla Giunta. La legge provinciale 10/2010, articolo 8, attribuisce alla Giunta provinciale (e non al solo Presidente) il potere di integrare l’elenco delle candidature pervenute per un certo ruolo; elenco su cui deve adesso pronunciarsi la competente Commissione consiliare (e che, al momento, contempla tre nomi: quello proposto dal Presidente e quelli delle persone che avevano spontaneamente manifestato interesse ai sensi della legge 10/2010). Se Sara Ferrari sostiene di non essere stata coinvolta si profilano problemi di possibile illegittimità degli atti che si stanno assumendo per violazione della norma appena citata.
  • L’Assessora Ferrari ha pubblicamente sostenuto, inoltre, che era sua intenzione proporre un altro nome. In particolare il nome di una donna. Visti, però, i rapporti tesi (per contrasti personal/politici sorti o esplosi alla vigilia delle elezioni provinciali) ella non ha potuto o voluto avanzare formalmente una proposta diversa e autonoma. Anche questa affermazione finisce per avere rilevanza giuridica oltre che politica. Questo stato di cose ha impedito alla collettività (e anche al distratto Ateneo) di avere una scelta operata su una rosa più ampia di nomi. E una scelta, al di là dei nomi, maturata su possibili idee diverse di Università. Non sappiamo e non sapremo mai se il nome che aveva in mente l’Assessora Ferrari proviene dallo stesso ambiente culturale nel quale Rossi ha voluto scegliere. Una proposta che si muovesse in una prospettiva diversa avrebbe generato dibattito e quindi una salutare riflessione sulle linee di fondo del dopo Cipolletta.
  • Molte persone continuano a ripetere che la Provincia non esercita alcuna interferenza sulla vita dell’Università. Ma questa vicenda testimonia, una volta di più, l’esatto contrario. Il mandato di Cipolletta è scaduto più di due mesi fa. Già da molte settimane, quindi, l’Ateneo avrebbe dovuto avere un nuovo Presidente. Ciò non è avvenuto per ritardi accumulati dalla Provincia. E come se non bastasse le opposizioni urlano allo scandalo perché sostengono che non può essere una Giunta in scadenza a nominare il nuovo Presidente. L’affermazione, in linea di principio non del tutto inattendibile, testimonia quanto “politiche” siano le nomine in seno all’Università da parte della Provincia.

La verità è che il nodo dei rapporti tra le due autonomie (quella provinciale e quella dell’Università) non è mai stato veramente risolto: la norma di attuazione sulla delega mostra dei limiti, ed un esempio è costituito proprio dalla procedura farraginosa di nomina del Presidente. Soprattutto non è chiaro il ruolo del Presidente: se esso deve essere nominato come si nomina un manager (e quindi, anche in solitaria, da chi detiene il “pacchetto di maggioranza”) o se deve essere la sintesi di una riflessione approfondita e plurale sugli obiettivi che una collettività vuole raggiungere anche attraverso l’istituzione universitaria.

Giovanni Pascuzzi

Professore nell’Università di Trento

 

 

 

Fotogallery

Fotogallery
Image Detail Image Download
Fotogallery
Image Detail Image Download
Insediamento_Se...
Image Detail Image Download
20170416_162017
Image Detail Image Download
relatore
Image Detail Image Download

Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

  Accetti di proseguire la navigazione?